LA MIA STORIA

La mia storia è come un piatto di spaghetti alle sarde… se ci togli il piccante fai fatica a digerirla.
Il vino è squisito ed accompagna la chiacchiera insieme alle persone con cui preferiamo stare… ma meraviglia delle meraviglie, provate a disegnare le immagini del vostro cervello, mentre sorseggiate un bianco intercalando un gioco in spiaggia con vostro figlio ed un pensiero con vostra moglie.
Disegno e dipingo e penso… e gioco e tatuo e vivo, per me e per i miei clienti. Il disegno è nella mia mente. L’inchiostro e nelle mie vene.
Nessuno Scampo. Al massimo un piatto di Calamari fritti prosciugati del loro neroseppia per un tribale più nero, per un giapponese più grande, per un tradizionale più vero.

Pace e Inchiostro agli uomini di buona volontà.

SCRIVI